Chi sono

 

Chi sono

Studi:
Dal 1994:
Laurea in lettere con specializzazione in italianistica,
Laurea in pedagogia,
Laurea in giurisprudenza,
tutte a pieni voti, presso l’Università degli Studi Loránd Eötvös di Budapest.
Abilitazione all’insegnamento nelle scuole medie superiori.
Diploma di scuola media superiore presso il Liceo Apáczai dell’Università di Budapest.

Esperienze lavorative:
Dal 1991 al 1995 ho svolto attività di traduttore ed interprete in vari contesti.
Dal 1995 al 2009 sono stata l’assistente (status di libero professionista) dell’Addetto del Ministero dell’Interno presso il relativo Ufficio dell’Ambasciata Italiana di Budapest, con mansioni di grande responsabilità ed esperienza sia nel campo della cooperazione internazionale tra le autorità giudiziarie, le forze dell’ordine e di polizia italiane e quelle ungheresi (nonché di altri nove Paesi contermini), sia nell’organizzazione e conduzione dell’Ufficio stesso.

Parallelamente ho svolto attività di libero professionista come traduttore, curatore o redattore di numerosi libri, per varie case editrici, tra le traduzioni si possono citare: La mia amicizia con Miksa Schächter di SándorFerenczi per Bollati Boringhieri, La fame e l’abbondanza di Massimo Montanari e La ricerca della lingua perfetta di Umberto Eco per Atlantisz Kiadó, Kant e l’ornitorinco di Umberto Eco, In cosa crede chi non crede di S.Em. Card. Carlo Maria Martini ed Umberto Eco, Storia notturna di Carlo Ginzburg, Federico Fellini, la vita e i film di Tullio Kezich, Alla cieca di Claudio Magris, Dove sei? Ontologia del telefonino di Maurizio Ferraris, Un giorno perfetto di Melania Mazzucco, per Európa Kiadó, La variante di Luneburg di Paolo Maurensig per Park Kiadó, gli Atti del Convegno italo-ungerese del 2002 su Benedetto Croce, il Catalogo della mostra del 2005, a Budapest, su Leonardo da Vinci ed altro ancora. Ho scritto per varie case editrici numerosi giudizi editoriali e critiche letterarie. Ho inoltre tradotto varie pubblicazioni commerciali e tecniche.
Attualmente sono giurista, con la pubblicazione di lavori sul processo penale minorile, e in Ungheria Procuratore della Repubblica tirocinante.
 
Riconoscimenti:
Premio  “Attila Zoltan” 2003 (Európa Kiadó), come miglior traduttore letterario in ungherese.
 
Conoscenza delle lingue:
Perfettamente bilingue italo-ungherese. Buon inglese scritto. Conoscenza di base del russo scritto e parlato. Grande facilità di apprendimento linguistico.
 
Competenze informatiche:
Conoscenza a livello di utente esperto di Windows 8 e Office Package (Word, Excel, Power Point, Access, Outlook, ecc.), Internet Explorer, navigazione in Internet.

Interessi:
Ricerche archivistiche e storiche, letteratura, editoria, musica, arti figurative.